Campagna eXalted

Colpire la testa

DB.jpgDopo aver stipulato il patto con Lookshy ed aver radunato il grosso delle loro forze, i Solari decidono la strategia per colpire l’Impero.
L’arrivo di Vento Notturno facilita l’esecuzione del piano, che consiste in: arrivare al cuore dell’esercito nemico e far sbucare dalle ombre il Vultus a piena potenza.

Così, dopo alcuni attacchi alla flotta imperiale nell’attesa che cali la sera, Vento si infiltra nelle fila dell’Impero e richiama al Vultus che arriva dalle ombre grazie ai poteri di Kyashak.
La battaglia ha subito un fragoroso inizio.
I 4 ufficiali Sangue di Drago (poiché il 5° è stato già fatto fuori da Vento) fanno esplodere dei devastanti effetti elementali che infliggono penalità importanti a tutti gli attaccanti.
Nuvole di vapori tossici, fulmini, schegge di ghiaccio, ceneri e lapilli riempiono l’area generando un’atmosfera apocalittica.
Il Vultus ha i numeri per chiudere lo scontro in brevissimo tempo ma il malus inflitto dai Sangue di Drago erode anche la maestosa pool di dadi dell’amalgama stregonesco.
Nonostante tutto, comunque, pochi secondi dopo l’inizio della battaglia già due dei quattro ufficiali sono ridotti in poltiglia…

View
Il patto con Lookshy

ninja2.jpgL’assedio continua.
Kyashak si lancia in un tentativo eroico: dopo aver penetrato le linee nemiche cerca di trasportare attraverso le ombre il generale dell’Impero a Lookshy.
Purtroppo la fortuna non gli sorride e il piano fallisce.
Quella sera, a cena con lo Staff del Generale, i Solari discutono i termini del patto con Lookshy.
Molte cose vengono dette da entrambe le parti e alla fine si raggiunge il compromesso: In cambio della risoluzione dell’assedio, Lookshy si impegna a difendere il quadrante est dall’Impero e a fornire supporto bellico per uno scenario di attacco.

View
Nel cuore del conflitto

Siege_Fantasy.jpgE così i nostri eroi si ritrovano a Lookshy, la capitale militare delle Terre degli Sciacalli, per organizzare una comunione d’intenti con quello che sembra il più potente avversario dell’Impero di tutto il quadrante, se non della Creazione.
Nella notte, mentre i più dormono, Kyashak riesce ad assassinare 3 ufficiali imperiali nel loro accampamento.
La mattina successiva, dopo aver deciso la linea da seguire, si ritrovano a colazione con lo Staff del Generale, che è l’organo ristretto di governo di Lookshy, ma fanno appena in tempo a iniziare a mangiare perché il portone principale della città viene sfondato da una scaglia di calcabattaglia dell’Impero.
Subito si dispiegano le forze aeree e di terra di entrambi gli schieramenti ed ha inizio una feroce battaglia poco dentro le mura di Lookshy.
Subito Ledara parte verso Rathess per recuperare Khan il Maestro dell’Est e Lama Sradica Nemici mentre un terzo Crepuscolo vola a Sperimin a reclutare scimmioni.
Mentre Erik si pone a difesa dell’immenso portone divelto e Kyashak di nuovo prende di mira gli ufficiali, Europa Lussureggiante dalle mura rilascia le farfalle di ossidiana e Chogall cerca un team di supporto per applicare i suoi prodigi al portone con lo scopo di ripararlo in brevissimo tempo.

View
Sicurezza e novità

Outcaste.jpg
Passano le settimane e finalmente gli agognati studi portano frutto: dopo aver trasferito tutta la popolazione di Sperimin a Rathess, la Città della Conoscenza viene trasferita nell’Altrove per proteggerla dalla Griglia di Difesa del Reame.
Nel frattempo da Vento Notturno arriva la notizia che l’esercito imperiale, riorganizzato dall’Imperatrice, è stato schierato in tutte le 4 direzioni con l’obiettivo di recuperare il controllo delle satrapie e espanderne il numero.
I nostri eroi scoprono anche una utile e inesplorata funzione del Vultus: plasmare il wyld per creare artefatti.
Infine si recano all’incontro con l’emissario di Lookshy (che gli era stato procurato da Magnifica Opera di Lustro e Bellezza), il quale li informa dell’assedio che cinge la città stato e li aggiorna sulla situazione del resto delle Terre degli Sciacalli.

View
Ripercussioni

incantesimo.jpg
La notizia della morte del Toro del Nord porta i nostri eroi a interrogarsi sulla sicurezza propria e di Sperimin: la Griglia di Difesa del Reame appare come una spada di Damocle che pende sulla città, data la facilità con cui sembra aver spazzato via il Toro.
Decidono quindi di proteggere la città con un incantesimo solare che però va prima studiato. Così si recano quasi tutti a Sperimin x studiare, tranne Erik che resta a Yu-Shan. Lì Ledara apprende la notizia della morte del Toro e con rabbia si dedica allo studio.
E mentre anche Europa studia (6 settimane), Kyashak e Chogall vengono attaccati dagli assassini a Grandiramazione e Erik va in “vacanza” con Lytek alla ricerca di abissali…

View
La fine del Toro

Yurgen_Kaneko.jpg
La battaglia termina con il nostro Zenith che prega la divinità dei Cancelli del Passaggio Propizio al fine di far arrivare il Cancello della Calibratura lì sul promontorio battuto dalla pioggia. La divinità risponde alla preghiera: prendono un po’ di bbotte ma alla fine i nostri eroi riescono a fuggire e tornare a Yu-Shan, dove ricevono un Messaggero Infallibile da Lytek, il quale in un incontro faccia a faccia li informa di quanto accaduto: la Compagnia dei 100 (cioè i Siderali nella loro totalità) è stata annientata. A quanto pare solo 3 schegge siderali non sono passate dal suo ufficio.
La Fazione del Bronzo e la Fazione dell’Oro non esistono più.
Sull’Isola Benedetta imperversa la guerra civile e l’Imperatrice Scarlatta, oltre a rinvigorire le Legioni eliminando personaggi scomodi e inserendovi suoi ufficiali fedeli, ha usato la Griglia di Difesa del Reame per obliterare il Toro del Nord.
Come conseguenza di ciò, Maschera degli Inverni e il Juggernaut si sono timorosamente ritirati nell’Oltretomba, lasciando il governo di Spine a qualcun altro…

View
Boia chi molla

EXALTED_Gameboard_Cover_by_elpinoy.jpg
Tirarsi indietro??!?
GIAMMAI!!
Inizia la battaglia conto i 5 infernali e i 4 demoni, con l’aiuto di 4 leoni celestiali dalla parte dei nostri eroi.
Nel corso dello scontro il Cancello del Passaggio Propizio viene bersagliato da un incantesimo che lo trasforma in pietra, chiudendolo. Il ritorno alla città celeste è quindi precluso…

View
Kaboom!

infernals.jpeg
Recuperate le poche informazioni disponibili a Sperimin, i nostri eroi inseguono Gloria della Goccia Battente a Yu-shan (18 ore dopo il fatto) e indagano sulla sua posizione, ipotizzando che possa essere una spia oppure far parte della Ribellione dei Retti Orfani.
Nel frattempo da Vento Notturno arriva la notizia che sull’Isola Benedetta la Ribellione ha portato a termine numerosi attacchi terroristici con migliaia di vittime.
Mentre riflettono sul da farsi in cerca di un’idea risolutiva, il Masticato percepisce una lontana serie di esplosioni che poi si scopre riconducibili al palazzo del Bureau del Destino.
Appostatosi lì fuori, lo zenith vede uscire dall’edificio le peggio creature (infernali, demoni, siderali, sangue di drago) e tenta di fermarle con scarso successo. Nel frattempo vedono sfrecciare in cielo Lytek a cavallo di uno dei palafreni del Sole, il quale si precipita dentro la Cupola del Piacere di Giada.
I nostri eroi inseguono le creature delle tenebre lungo le strade di Yu-shan fino a uno dei portali del passaggio propizio, varcandolo.
Dall’altra parte li accoglie l’odore fresco e umido di acqua di mare…

View
Sparizioni

yushan.jpg
Mentre se ne stanno belli belli a Yu-Shan ad approfondire le proprie conoscenze su Malfeas con l’obiettivo di andare a cercare Nox, i nostri eroi vengono raggiunti da un messaggero infallibile di Ledara che li avvisa dell’improvvisa scomparsa di Gloria della Goccia Battente in circostanze assai sospette.
Sembra che il sangue di drago abbia evocato un portale tramite un incantesimo del cerchio celeste che serve per raggiungere la città divina.
Decidono quindi di tornare a Sperimin a indagare.

View
Evocare Ignis Divine

incarna.jpg
I nostri eroi proseguono il colloquio con Lytek, scoprendo alcune cose interessanti sulle schegge e sui poteri del dio delle esaltazioni. Tentano poi di evocare Ignis Divine, con risultati insperati. Infine decidono di mostrare il sarcofago trovato nella cittadella del Vescovo del Turibolo di Calcedonio a Lytek, il quale fornisce alcuni indizi sulla sua manifattura.

View

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.