Campagna eXalted

Crash Boom Bang

EXALTED_Gameboard_Cover_by_elpinoy.jpg Dopo aver trasferito tutto il loro esercito a Yu-Shan, davanti al portale che conduce alla città imperiale, i Solari si dividono in due forze d’assalto separate.

Chogall, Kyashak, Vento Notturno, Soave Visione del Lungo Sogno e Oscillazione del Moto Solare formano un Vultus e con il carro solare piombano nella Città Imperiale e schiantano l’incantesimo che impedisce di transitare per il portale che con

View
Nere Ombre

thorns.jpgI Solari mettono in moto il processo che creerà il nuovo Polo Elementale della Terra, sacrificando uno dei due VPS in loro possesso e facendolo fondere insieme alla Cintura.

Da lì partono poi con Ma Ha Suchi per tornare al Monte Metagalapa, dove li attende il resto delle forze alleate, compreso Erik, che nel frattempo, quale possessore legittimo dell’ Aidenweiss, è diventato il Generale Supremo dell’Armata Celeste e porta con sé uno stuolo di Aurichim, di Leoni Celesti, navi volanti, spiriti e tutto il resto delle forze di Yu-Shan, oltre ad uno sconcertato Nara-O, il capo del Bureau dei Segreti.

A Metagalapa si riuniscono quindi i Solari, i Lunari alleati, tra cui Lilith e Ma Ha Suchi, i Terrestri e le altre forze extra.

Così, mentre Soave Visione del Lungo Sogno viene rispedito a Yu-Shan a indagare il Telaio del Fato, dentro la sala ovale della nave volante classe Kireeki si tiene il concilio di guerra degli eccelsi.

Si decide quindi di far muovere l’esercito via fiume verso Lookshy mentre un manipolo di eroi, a bordo della seconda nave volante della flotta, sorvolerà i cieli tra Denandsor e Grandiramazione , con l’obiettivo di raggiungere Celeren e Spine per reclutare altre forze e nel frattempo cannoneggiare Denandsor che è il centro di approvvigionamento militare delle forze demoniache.

Poco prima di raggiungere Celeren, a 50 giorni dalla rinascita del Sole Invitto, dall’alto della navicella i Solari notano i lunghi tentacoli d’ombra che, partendo dall’Isola Benedetta, ormai lambiscono le coste della Soglia.
Quando raggiungono Celeren, gli eroi comprendono il motivo dell’assenza dei Marukan nella battaglia di Lookshy: i Signori dei Cavalli sono stati sterminati e la loro città-santuario distrutta. A Spine invece l’esito è migliore e dopo un piccolo scontro con una minuta “resistenza” abissale, i Solari reclutano un altro paio di migliaia di unità, che vengono fatte imbarcare sulle navi presenti nel porto di Spine e fatte navigare verso Lookshy.

A questo punto però i Solari si pongono un importante interrogativo temporale.
Bisogna capire e decidere cosa fare nell’immediato in quanto le navi di Spine impiegheranno oltre un mese per raggiungere Lookshy, e le forze di terra partite dal Monte Metagalapa, via fiume, anche di più.

Cosa fare, dunque?

Sono trascorsi 56 giorni dalla rinascita del Sole Invitto.

View
Dentro Gethamane

Chogall e Khan il Maestro dell’Est, insieme a Ma Ha Suchi e alla sua nave volante, arrivano a Gethamane.
La città è deserta, anche se riporta tracce recenti di un uso massiccio di essenza.
I nostri eroi entrano nella città e, guidati dai lunari, raggiungono le profondità ctonie della terra, nel profondo dei sotterranei della città scavata nella montagna.

Dopo aver superato alcune antiche porte, il gruppo raggiunge quello che sembra essere un complesso residenziale di emergenza, con acqua corrente e illuminazione, pronto per essere utilizzato in caso di catastrofe. Da qui, spingendosi ancora più in profondità, Solari e Lunari raggiungono una sofisticata sala di controllo, occupata da alcuni Infernali a cui decidono di dare battaglia.

Lo scontro sembra libero da preoccupazioni grazie alle prodigiose capacità di Ma Ha Suchi, ma nonostante ciò i Solari subiscono comunque importanti ferite. Il conflitto è in corso…

View
Aidenweiss, Aidenweiss...

aidenweiss_2.jpg Sono passati 39 giorni dalla rinascita del Sole Invitto. In tutto questo tempo Vento Notturno ha imparato la Stregoneria del Cerchio Solare e il Carro del Sole Scintillante.
Chogall e Khan il Maestro dell’Est hanno raggiunto il Puro Caos per creare i VPS e Erik ha passato il suo tempo a Yu-Shan a ingraziarsi le divinità dei bureaux.

Quando emergono dal Wyld, Chogall e Khan il Maestro dell’Est incontrano Ma Ha Suchi con una delle sue navi volanti, retaggio dell’hangar di Rathess. Di tutta la flotta, solo una nave è rimasta, le altre sembra siano perse nel Wyld. I due Solari convincono il Lunare a combattere il Drago d’Ebano e insieme riescono a far tornare la nave volante nella Creazione.
Quando escono dal Wyld, nel lontano nord-est, vengono raggiunti da Vento Notturno e insieme decidono di recarsi tutti a Gethamane, per capire in che condizioni sia la Cintura e dove si trovi esattamente.

Nel frattempo Erik riesce a convincere il Conclave di Yu-Shan a dargli una sorta di lasciapassare che gli permetta di calcare la Daystar senza essere polverizzato. Il suo intento è quello di arrivare al neonato Sole e prendere l’ Aidenweiss.

Lo zenith compie un lungo cammino di preghiera e di catarsi attraverso gli interminabili viali della Daystar, accompagnato da Nysela. Ha così modo di vedere il Tribunale del Sole, la Fornace Empirea, la Coppa del Fuoco, il Sigillo del Drago e infine la Camera Onnipotente, il Ponte della Daystar.
Da quest’ultimo, con un piccolo aiuto da parte di Nysela, il Pilastro del Sole riesce ad accedere al Rifugio della Ragione, il vero Sacrario del Sole, dentro il quale si trova la nera sfera di galassie vorticanti che è il nuovo Sole Invitto.
Qui inizia per Erik la prova più dura.
Di sua sponte, il Solare decide di elargire dei doni alla sfera. Uno dopo l’altro, dona la propria determinazione, il proprio coraggio, dona la propria essenza.
Egli viene così permanentemente indebolito, mentre il Sole si rafforza, fino a quando Erik stesso non riesce più a donare nient’altro, perché Ignis Divine non vuole altro da lui.
A quel punto, il Toro Dorato comprende che quello non è più il suo posto e si dirige alla Coppa del Fuoco, luogo in cui è custodita l’ Aidenweiss.

Appena entrato, Erik viene subito colpito dagli sgargianti colori del luogo. un “sala” enorme, senza soffitto o dei veri e propri confini.
L’impressione è di trovarsi su un prato verde, i cui confini sfumano in una luce dorata e sopra il quale campeggia un cielo azzurro.
Al centro si trova una leggera collinetta sovrastata da un tempio di pietra senza tetto, scolpito in 4 lastre di marmo bianco.
L’erba attorno alla collina è rigogliosa di rose selvatiche in fiore e l’aria carica d’essenza risuona della melodia d’invisibili campane a vento. Quattro gruppi di gradini di quarzo ascendono la collina ai quattro lati, permettendo l’accesso al tempio.
Le pareti di marmo di quest’ultimo sono scolpite con le figure di quattro guardiani: un azzurro serpente arrotolato a est, una spaventosa tigre bianca a ovest, una bellissima rondine vermiglia a sud e una possente tartaruga nera a nord.
Non appena Erik varca la soglia del tempio, la sua anima iconica esplode fino al cielo.
Il suolo scende a formare una conca rivestita d’oro purissimo che rispecchia il sereno movimento delle nuvole del cielo, nonostante sul soffitto non via sia alcuna nuvola.
Ai quattro angoli del tempio ondeggiano altrettanti ciliegi in fiore, accarezzati da un’invisibile, dolce brezza, e i loro petali rosa danzano nell’aria.
Al centro della rosea tempesta si trova un torio di rosso metallastrale e sopra di esso, a punta in giù, volteggia a mezz’aria uno dei più grandi tesori del Sole Invitto – l’Aidenweiss, Spada del Generale Supremo dell’Armata Celeste.

Erik afferra la lama e in un fugace momento comprende che tutta la maestà della Coppa del Fuoco non è che un riflesso della gloria e della potenza di quest’arma e che tutti i numerosi, letali pericoli del luogo servono a prevenire che la sua elsa possa mai sentire il tocco di una mano indegna.

View
Casa Dolce Casa

sperimin.jpg Ancora a Yu-Shan, i Solari prendono accordi con il bibliotecario della Città Celeste per apprendere alcuni prodigi.
Così nel giro di tre giorni Vento Notturno impara il cerchio di Stregoneria Celeste e gli altri PG altri prodigi.

A Lytek viene chiesto di procurare alcuni oggetti, tra cui armi e armature, sia per Khan il Maestro dell’Est che per Chogall.

I Legiferi abbandonano infine Yu-Shan alla volta di Sperimin , con l’obiettivo di farla tornare nella Creazione per poter fruire delle conoscenze lì racchiuse.
Per fare ciò viene usato uno dei due Controincantesimi di Adamante presenti nella catenina di oricalco che è stata procurata ai Solari dalla divinità della stregoneria di Yu-Shan.
Ma non appena i PG entrano in contatto con Momon, questa li informa che l’attuale situazione geomantica non permette alla biblioteca di funzionare correttamente. L’energia che la biblioteca traeva dalle linee del drago non basta a mantenere attive le varie funzionalità ed è quindi necessario prendere delle scelte su cosa tenere “acceso”.
Momon stessa avvisa che la sua presenza verrà meno nel giro di breve tempo.

Poiché il contenuto più importante della biblioteca è il Libro dei Tre Cerchi, i Solari decidono di eliminare definitivamente lo spirito guardiano e prendere in custodia il Libro al fine di permettere a Vento Notturno e a Oscillazione del Moto Solare di imparare la Stregoneria del Cerchio Solare.

Sono passati 10 giorni dalla rinascita del Sole Invitto.

View
Newborn Sun

black_sun.jpgPrima del grande rituale, Europa e Erik finalmente si riappacificano, trascorrendo insieme la notte.
Nel frattempo Vento Notturno studia con Lytek e Tenebra di 5 Giorni un modo efficace per andare sull’Isola Benedetta a riaprire almeno uno dei portali per Yu-Shan.
Tuttavia, verso l’alba, tutto viene nuovamente messo in discussione nel momento in cui Lytek, estraendo un cofanetto per fare un dono ai Solari, scopre di essere stato derubato. Lo speciale attrezzo creato da Autochton per estirpare la scheggia dal corpo di un eccelso è stato rubato!
Purtroppo a nulla servono i tentativi di indagare: è passato troppo tempo dal fatto.
Vedendo il furto come una concreta possibilità che il nemico voglia immediatamente porre fine alla vita di Europa o, peggio, di Soave Visione del Lungo Sogno, i Solari decidono di eseguire subito il rituale per la rinascita del Sole.
Si recano così al tempio delle 5 Vergini ed Erik le convoca. Il rituale è breve ma intenso: Europa cessa di esistere, la sua scheggia vola lontano, e al suo posto si materializza una sfera nera che racchiude al suo interno infinite galassie vorticanti: la vera forma del Sole.
L’evento attira molti curiosi (anche grazie ai prodigi utilizzati da Erik), tra cui i Solari scoprono anche degli infiltrati e delle spie, subito messe in fuga.
Pochi istanti dopo la morte di Europa, il neonato Sole scompare per tornare sulla Daystar a rigenerarsi…

View
Un passo dal baratro

inconciliabile.jpgEuropa Lussureggiante e Erik hanno delle questioni in sospeso. All’interno del palazzo di Lytek conducono una discussione che ha come argomento il rapporto tra loro e quello con Passi Felpati nella Foresta. Il dialogo non si conclude bene e Europa esce dal palazzo della mano destra di Ignis Divine, crea il Carro Solare e se ne vola via in rottura del limite.
Anche Erik, provato dal confronto con la crepuscolo, entra in rottura del limite nello sgabuzzino di Lytek.
Il giorno dopo, per cercare di capire dove se ne sia andata Europa, Erik, Chogall e Kyashak accompagnano il maestro Soave Visione del Lungo Sogno al Bureau del Destino affinché scruti il Telaio del Fato in cerca di indizi.
Il siderale entra da solo e alcuni minuti dopo si lancia fuori dalla finestra.
Dopo un po’ di peripezie, i Solari scoprono che alcuni spiriti “non autorizzati” avevano scoperto il Siderale nella camera del Telaio.
A quanto pare, il nemico sa.

Nel frattempo le carestie si moltiplicano e tutte le pietre focali smettono definitivamente di funzionare a causa dei profondi cambiamenti geomantici che il Drago d’Ebano ha causato distruggendo il Polo della Terra.
Europa comunque viene rintracciata a Noxus e attraverso alcuni messaggeri i Solari riescono a comunicare con lei. A quanto pare non ha rinunciato a diventare il Sole…

View
Il Piano

Exalted__Fair_Folk_Battle_by_UdonCrew.jpgI Solari sono ancora a Yu-Shan a colloquio con Lytek.
Mentre Europa Lussureggiante torna sulla Creazione per discutere con Passi Felpati nella Foresta e annunciarle la decisione, Chogall impara il prodigio Tecnologia del Calderone di Wyld e Erik indaga sul rituale che dovrà essere compiuto per ricreare il Sole.
Si scopre così che essendo necessaria la presenza di un Incarna, dovrà essere presa una importante scelta su chi evocare (Luna oppure le 5 Vergini) in quanto entrambe le scelte avranno delle conseguenze rilevanti. Infatti mentre le Vergini stanno impedendo che il tessuto della Creazione si sfaldi, Luna è impegnata nel profondo Wyld con Gaia e le sue difficoltà.
Lytek infine suggerisce ai Solari di ragionare bene sulle tempistiche e sulla scaletta delle azioni da compiere in quanto è assai probabile che la rinascita del Sole spinga le forze nemiche a intervenire rapidamente.
Per ora, l’ordine degli eventi futuri sembra essere:
1 – Creare il Sole
2 – Recuperare l’Aidenweiss
3 – Gestire il conflitto che seguirà
4 – Ricreare il Polo della Terra

View
Il nuovo Sole?

incarna.jpgDal lungo colloquio con Soave Visione del Lungo Sogno i Solari apprendono alcune informazioni utili sul passato della Creazione e sull’Usurpazione, mentre evocando gli emissari delle 5 Vergini ottengono qualche indizio sulle prossime scelte (oltre alla attuale location delle 5 sorelle: dicono di essere impegnate a tenere unita la trama della Creazione per evitare che si sfaldi).

La scelta più rilevante è quella che gravita attorno alla rinascita del Sole Invitto. La prima ipotesi, creare dal Wyld un organismo che potesse accogliere il fardello dell’Incarna defunto, viene lasciata da parte in favore di una scelta forse più azzardata ma che sembra avere i numeri per essere vincente: Tenebra di 5 Giorni.
Il dio della Calibratura, prima dubbioso, accetta poi con entusiasmo la proposta dei Solari in quanto intravede ottime possibilità per vendicarsi degli dei del calendario.
Poiché Tenebra è immune agli effetti di modellazione, è impossibile ri-forgiargli le virtù per farlo essere più simile al defunto Sole. Tutti insieme volano quindi a Yu-Shan, con il proposito di ricreare subito il Sole, ma quando arrivano da Lytek, il quale esprime i suoi dubbi sulla scelta, le cose si complicano.
Dopo alcune sedute di colloquio privato tra loro, i Solari decidono che Tenebra di 5 Giorni non è il candidato adatto, in quanto lontano dalla perfezione morale e impossibile da modificare.
I Legiferi quindi si ritrovano con un nulla di fatto.
A quel punto, giunge l’idea risolutiva. Deve essere uno dei Solari stessi, appositamente riforgiato nelle virtù, a diventare il nuovo Sole Invitto.
La scelta, dopo un rapido consulto, ricade su Europa Lussureggiante

View
Il tempo passa...

I nostri eroi sono divisi, ognuno a gestire le proprie priorità.

Vento Notturno viaggia fino a Grandiramazione in cerca dell’Eclisse con cui avevano più volte avuto rapporti in passato, ma il solare sembra che abbia lasciato la città, che è stata occupata dalle forze imperial-demoniache. Due dei tre dei patroni di Grandiramazione sono stati uccisi e il terzo è fuggito.

Europa Lussureggiante viaggia fino a Sperimin per imparare altre stregonerie.

Erik si trova a Yu-Shan con Soave Visione del Lungo Sogno e Kyashak. Dopo averli lasciati al Bureau del Destino affinché il siderale impari il prodigio necessario a creare un nuovo Sole, lo Zenith si reca al Conclave del Cielo accompagnato da Lytek.
Al Conclave sono presenti i capi dei vari Bureau celesti che cercano di trovare un futuro per la Creazione e per Yu-Shan stessa e lì Erik acquisisce alcune nozioni importanti sullo status quo celestiale oltre a informazioni sull’ Aidenweiss.

View

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.